Vendita / somministrazione alcolici
Descrizione del procedimento e riferimenti normativi
All'art. 29 del Testo Unico Accise si legge "Gli esercenti impianti di trasformazione, di condizionamento e di deposito di alcole e di bevande alcoliche assoggettati ad accisa devono denunciarne l'esercizio all'Ufficio dell'Agenzia delle dogane, competente per territorio. Sono soggetti alla denuncia anche gli esercizi di vendita ... omissis ...".

Per "esercizi di vendita" si intendono sia gli esercizi che effettuano il commercio, sia quelli che effettuano la somministrazione.

Per questi esercizi vigono quindi l'obbligo di denuncia di attivazione e la necessità di munirsi della licenza fiscale (art. 63 T.U.A.), che viene rilasciata dall'Ufficio delle Dogane territorialmente competente, a seguito della presentazione del modulo di "Denuncia di attivazione esercizio di vendita di prodotti alcolici assoggettati ad accise e istanza per il rilascio di licenza di esercizio", predisposto dalla Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

L'interessato può presentare la denuncia/istanza direttamente all'Ufficio delle Dogane, oppure rivolgersi al SUAP ed allegarla alla modulistica ad esso indirizzata, fermo restando l'obbligo di munirsi di licenza prima di effettuare la vendita di alcolici. Si fa presente inoltre che la licenza di cui sopra è soggetta all'imposta di bollo.

In ogni caso al SUAP viene fatta la "Comunicazione, che vale quale denuncia per la vendita di alcolici (D.Lgs. 26 ottobre 1995 n. 504)" così come previsto dalla modulistica adottata.

Nel caso di avvio del procedimento attraverso il SUAP, l'imposta di bollo deve essere corrisposta con le modalità individuate dalla amministrazione comunale competente, tuttavia si consiglia di verificare tali modalità con gli Uffici delle Dogane.

Si invitano quindi gli interessati ad interfacciarsi con l'Ufficio delle Dogane territorialmente competente prima dell'invio della pratica per verificare le modalità richieste sia per la presentazione del modulo doganale, sia per la corresponsione dell'imposta di bollo.

N.B.: la vendita di questi prodotti è effettuata all'interno di esercizi commerciali o di somministrazione avviati tramite le procedure previste per le relative attività; le varie vicende giuridico-amministrative di rilevanza SUAP ed inerenti l'attività di presupposto non sono quindi presenti in questa procedura in quanto occorre fare riferimento alla modulistica relativa alla tipologia attraverso la quale si esercita (es. vicinato, media struttura di vendita, somministrazione, ecc.).
Modalità di presentazione delle istanze
Chi può presentare l'istanza
Deve essere presentata dal legale rappresentante, in caso di società, o dal soggetto, persona fisica, titolare della ditta individuale, o da un delegato appositamente designato tramite procura.
A chi deve essere presentata
La comunicazione deve essere presentata al SUAP. Il modulo di "denuncia di attivazione esercizio di vendita di prodotti alcolici assoggettati ad accise e istanza per il rilascio di licenza di esercizio" deve essere presentata tramite il SUAP oppure direttamente all'Ufficio delle Dogane territorialmente competente.
Maggiori informazioni sul SUAP.
Come deve essere presentata
L'istanza deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica attraverso questo portale.
Se il modulo di denuncia/istanza è presentato direttamente all'Ufficio delle Dogane occorre verificare le modalità di presentazione dallo stesso richieste.
Riferimenti normativi
Requisiti
Comunicazione al SUAP/Comune, rinuncia istanza e richiesta archiviazione
Denuncia attivazione esercizio, richiesta rilascio licenza esercizio
Oneri, diritti, pagamenti
Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale
Modalità per ottenere informazioni sul procedimento in corso da parte dell’interessato